l'Italia possiede oltre 7mila chilometri di coste e oltre mille siti archeologici sommersi conosciuti. Un patrimonio studiato e tutelato anche grazie a droni e robot capaci di immergersi ed operare a lungo una profondità inaccessibili all'uomo ”.  Si', perche' e' questa la peculiarita' dei droni subacquei, che rappresenta l'evoluzione delle esplorazioni, coloro che porteranno gli occhi dell'uomo a profondita' in passato impensabili da raggiungere. Il mare, dunque, non avra'    piu' segreti.